All Posts By Barbara

Foliage in Carnia: 2 itinerari per non perdersi lo spettacolo autunnale

by

Uno spettacolo che in Friuli Venezia Giulia è particolarmente suggestivo, grazie alla straordinaria biodiversità data dalle numerosissime specie di alberi presenti. Aceri, larici, betulle, frassini, castagni: qui non manca nulla e le foglie si tingono letteralmente di mille colori.

“C’è una gioia nei boschi inesplorati. C’è un’estasi sulla spiaggia solitaria. Io non amo l’uomo di meno, ma la Natura di più.” George Gordon Byron

Elogio della lentezza…su due ruote

by

La modernità ci impone di andare veloci. Sempre più veloci. Tuttavia ognuno ha la sua velocità, e anche chi va piano a suo modo va veloce. Ed è proprio qui che ci viene in aiuto la lentezza, che sulle due ruote ha un fascino del tutto particolare.

“La bicicletta è un modo di accordare la vita con il tempo e lo spazio, è l’andare e lo stare dentro misure ancora umane.” Sergio Zavoli

Dal barocco di Gradisca d’Isonzo al mare, passando per il Carso: cronaca di un itinerario di frontiera

by

Visito Gradisca d’Isonzo in una calda e assolata domenica di Luglio, incuriosita dal prestigioso riconoscimento di cittadina annoverata come uno dei Borghi più belli d’Italia, ma, al tempo stesso, inconsapevolmente senza aspettative. Ma si sa i veri piaceri sono quelli inaspettati

“L’unico vero viaggio, l’unico bagno di giovinezza, non è andare verso nuovi paesaggi ma avere altri occhi, vedere l’universo con gli occhi di un altro.” Marcel Proust

Sentiero Rilke: itinerario d’autore, tra natura e poesia

by

Il sentiero Rilke appartiene a quel genere di percorsi che è bene affrontare con la consapevolezza della storia che in qualche modo lo racconta, così da poter immergersi pienamente nello spirito che ne pervade il paesaggio e, perché no, immaginarsi storie e accadimenti, passioni e struggimenti delle vite che lo hanno attraversato.

“Spesso le esperienze che viviamo non si possono esprimere a parole e quindi chi pretende di raccontarle incorre fatalmente in errori.” Rainer Maria Rilke

No tags 0

Grado e quel mare d’inverno che fa star bene

by

Amo il silenzio che riempie certi luoghi. Attraversandoli ti pare di sentire il ricordo appena accennato di tempi di vacanza, di stagioni più assolate, di spazi più gremiti, di voci divertite per momenti di gioco e di svago. Visitare Grado d’inverno, per chi, come me la frequenta quasi esclusivamente d’estate, è entrare in un preciso stato mentale: quello a cui ti ...

Un pomeriggio a Tolmezzo, patria del Tiramisù e dell’arte del Fare

by

Tutti lo conoscono, tutti lo amano, tutti lo hanno fatto e servito almeno una volta nella vita: parliamo del Tiramisù, il dolce al cucchiaio più famoso al mondo . La sua storia, piena di leggende, è in realtà piuttosto recente e negli anni i “padri” della ricetta si sono fatti numerosi.

“L’arte di preparare dolci è molto più che saper eseguire ricette alla perfezione: è un vero e proprio gesto d’amore.” Ernst Knam

Le Pozze Smeraldine: tra le più belle piscine naturali d’Italia

by

Il nome non rende loro pienamente giustizia e gli inglesi, come spesso capita all’occhio straniero non cresciuto in mezzo alle infinite meraviglie naturali, culturali e artistiche del nostro paese, se ne sono resi conto immediatamente. Il noto tabloid “The Guardian” assegna nel 2014 alle Pozze Smeraldine della Val Tramontina un meritatissimo 4° posto nella classifica generale delle piscine naturali più belle ...

No tags 0

Quando un luogo accarezza lo spirito: la Pieve di San Pietro a Zuglio

by

Esistono luoghi talmente carichi di bellezza e passato che hanno la capacità di farci toccare la parte più intima di noi, quella che rende la nostra esistenza qualcosa di grande, dando un senso speciale al nostro vivere.  L’antica Pieve di San Pietro a Zuglio, rappresenta per me uno di questi luoghi; mi ci reco spesso, quando ho bisogno di distrarmi ...

No tags 0

Un prato per amico: alta cucina con le erbe selvatiche in Carnia

by

Passeggiare in montagna, osservando panorami idilliaci, raccogliendo erbe naturali e profumate. Nelle montagne della nostra regione è un’abitudine che ha origini lontane; si racconta infatti che gli antichi “Cramars” della Carnia (da kramer, mercante) esportassero in tutta Europa il loro raccolto di erbe spontanee partendo d’inverno con in spalla il tipico zaino a forma di armadietto, per commerciare il prodotto ...